Audio Lossless: come avere la propria raccolta musicale in alta qualità.

music11Al giorno d’oggi la maggior diffusione musicale avviene mediante il web con l’ascolto in streaming o con l’acquisto degli album, o delle singole canzoni, in formato digitale. Purtroppo, pero’, questo formato è di qualità nettamente inferiore rispetto ai vecchi e cari Compact Disk. Questo è uno dei motivi che mi spingono ad acquistare sempre e solo musica nel formato classico: il CD! Sarà anche obsoleto ma in questo modo soddisfo due desideri:

  1. Avere un “trofeo” da mettere in mostra 🙂
  2. Poter ascoltare la mia musica preferita nella miglior qualità sonora.

Molti di voi si accontentano dei file MP3 a 128Kbit, 192Kbit o al massimo a 320Kbit che è il miglior compromesso qualità/dimensione file. Il formato mp3 riduce di molto la dimensione del file perché elimina le basse frequenze. In questo modo il file perde alcuni effetti sonori poco percettibili e diventa meno pesante. Il formato Lossless, invece, tiene fede alla qualità originale del file, mantenendo la sua sonorità originale e diminuendo di poco la propria dimensione.

Dall’immagine che segue potete visionare uno spettro delle frequenze della stessa canzone in formati diversi: Wave (che corrisponde alla qualità originale) ed MP3 (il formato compresso).

wav mp3 spec - Audio Lossless: come avere la propria raccolta musicale in alta qualità.

Come potete vedere la differenza, almeno nella parte finale del grafico è enorme!

Per questo motivo i file Lossless sono molto ingombranti ed inadatti per i comuni lettori MP3 da 2GB/4GB. Fortunatamente esistono alternative, un po’ costose, ai comuni lettori MP3.
La scelta è tra il caro buon vecchio Apple iPod Classic, che con i suoi 160GB ci consente di avere tuttala nostra raccolta musicale in formato Apple Lossless, e tra il super quotato ed amato dai professionisti: il Cowon che legge nativamente anche il formato flac ed ape.

Superato l’ostacolo hardware non ci resta che iniziare a convertire tutta la nostra raccolta musicale in formato Lossless. Possiamo farlo in diversi modi, io ve ne spiegherò 3 (tre) utilizzando solo software gratuiti per ambiente Windows.

  1. Utilizzare iTunes: se possedete un iPod, l’unico modo che avete per leggere il formato Lossless è quello di convertire da zero i vostri CD-A in formato compatibile, in questo caso Apple Lossless. La procedura è semplice ed immediata, basta aprire il player, caricare un disco nel computer, selezionare tutte (o solo quelle che ci interessano) canzoni e cliccare col tasto destro del mouse. Dal menu contestuale dobbiamo scegliere: Crea versione AAC. Ecco fatto, adesso il software provvederà, in tutta autonomia, a convertire i file musicali e ad assegnarvi i giusti TAG.
  2. Utilizzare Foobar e Flac encode: un altro metodo semplice prevede l’utilizzo di Foobar, noto lettore multimediale, e il plugin per la codifica/decodifica dei file flac. Qui basta fare: File -> Open CD Audio ed aprire il disco. Dalla finestra successiva bisogna cliccare sul tasto Rip e successivamente, in una finestra nuova, scegliere l’output format che nel nostro caso è il FLAC.
  3. Utilizzare Format Factory: un software per mille esigenze… Quest’applicazione converte tutti i tipi di formati multimediali in qualsiasi altro formato multimediale. Diventa semplicissimo passare da un formato audio all’altro o da un formato audio ad uno video, etc.. L’interfaccia semplice ed intuitiva ci permette di individuare subito le opzioni disponibili (all’apertura, nel menu a sinistra basta selezionare Tutti verso FLAC). In alternativa ci basta un drag & drop dei file musicali nella finestra dell’applicazione per avviare il wizard (procedura guidata) ed eseguire la conversione.

Tre applicazioni gratuite, facili da utilizzare e con ottimi risultati finali. Scegliete quella più adatta a voi ed iniziate subito a convertire tutti i vostri album musicali in formato Loseless.

ATTENZIONE!!
Non eseguite una conversione di un formato compresso (mp3, mp4, wma, etc) in formato Lossless (flac, ape, alac). I file compressi non possiedono più alcune parti della traccia originale e oltre ad avere la stessa, sufficiente, qualità audio avrete anche un aumento, ingiustificato, delle dimensioni del file..

Allo stesso modo, non create file Lossless da cd audio realizzati da file mp3. Il risultato sarà identico a quanto descritto sopra.

Adesso vi lascio, sperando di avervi incuriosito, almeno un po’, sul formato Lossless. Provatelo, non ve pentirete!

Total
0
Shares
3 comments
  1. Dove posso avere della musica lossless FLAC? Naturalmente che se dovesse avere un costo non sia troppo alto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post

Sostituire il LiveID di Windows Phone senza ripristinare il telefono

Next Post

Windows Phone 7: conviene acquistarlo adesso?

Related Posts