Si può installare Linux su un nuovo computer Windows 8 con il Secure Boot?

Windows 8 ha portato molta confusione con il nuovo sistema UEFI Secure Boot System e questo ha portato molti utenti a farsi un idea sbagliata sul dual boot tra Windows e Linux. Oggi faremo chiarezza su questa nuova funzionalità e chiariremo eventuali dubbi e perplessità comuni in rete. Spesso mi sono imbattuto in domande del genere:

Se il Secure Boot di Windows 8 blocca i software non autorizzati, posso installare su un computer Windows 8 un sistema operativo differente, ad esempio Linux?

Vediamo, quindi, cos’è il Secure Boot e qual è il suo scopo…

UEFI Secure Boot System, o semplicemente Secure Boot, è un nuovo sistema introdotto con Windows 8 da Microsoft per prevenire l’installazione di malware in fase di boot. Il Secure Boot blocca l’installazione di software non autorizzato, quindi non consente l’installazione di un boot loader differente da quello già presente. Ovviamente questo già ci limita nell’installazione di una qualsiasi distribuzione Linux nel nostro computer. Conviene però suddividere il problema in due parti:

PROCESSORI ARM

E’ preistallato Windows 8 RT (ad esempio Surface RT e l’Asus Vivo RT) e non è possibile disabilitare il Secure Boot. Come tutti gli altri tablet ARM, il dispositivo funziona esclusivamente con il sistema operativo preinstallato, non è possibile sostituirlo.

PROCESSORI NON ARM

Se il processore non è ARM vuol dire che il sistema operativo preinstallato è Windows 8, parliamo quindi di processori x86 – x64 (computer desktop, notebook, netbook, Surface Pro, etc.). In questo caso è possibile, mediante il B.I.O.S. disattivare il Secure Boot ed installare, sul proprio computer o tablet, un sistema operativo differente come una distribuzione Linux. Come potete vedere i casi variano, non sempre l’installazione di un sistema operativo diverso è vietata, in alcuni casi basta disattivare l’impostazione per avere le stesse possibilità offerte dai precedenti sistemi operativi e hardware. Adesso, invece, approfondiamo un po’ questa nuova tecnologia così discussa in rete e documentata al massimo dalla Free Software Foundation. Iniziamo col dire che non è un invenzione della Microsoft ma è parte integrante dell’UEFI, il nuovo sistema che sostituisce i vecchi BIOS. L’UEFI è il software che si occupa di far comunicare tra loro il sistema operativo e l’hardware di cui un computer (o tablet che sia) è composto.

Il fatto che Microsoft abbia scelto di attivare questa funzionalità dell’UEFI di default non vuol dire che sul proprio computer non sia possibile sostituire il proprio sistema operativo. Il Secure Boot è, e sarà sempre, disattivabile in qualsiasi momento.

COSA FA IL SECURE BOOT?

E’ una protezione maggiore del proprio computer perchè prevenire l’installazione di malware all’interno della fase di boot. I malware che riescono ad accedere al bootloader sono difficili da rilevare e da eliminare perché agiscono nelle funzioni di basso livello del sistema operativo. E’ proprio grazie a questo che risultano essere invisibili agli antivirus. In pratica, tutto quello che fa è verificare che il bootloader faccia parte di una sorgente sicura.

Non mi dilungo oltre, il discorso sul Secure Boot è lungo e complesso da spiegare. Spero di aver riassunto bene le parti più importanti e di avervi chiarito, almeno in parte, i vostri dubbi su un eventuale acquisto di un nuovo computer con Windows 8.

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post
videogames

Videogames: meglio un Computer o una console per giocare?

Next Post

Come aggiungere i gruppi nella Start Screen di Windows 8

Related Posts