Il tuo computer è vecchio? Non buttarlo ma realizza un server casalingo

Oggi parleremo della reale utilità di possedere un server casalingo e quali vantaggi e svantaggi esso comporta… Iniziamo col dire che possedere un server casalingo è la miglior soluzione esistente in quanto ci consente di “snobbare” i servizi web che offrono hosting cloud. In questo modo eviteremo di pagare per ulteriore spazio riservato che, si sa, quello offerto gratuitamente non è mai abbastanza. Oltre a questo, vi sono ulteriori vantaggi nel possedere un server domestico:

  • Server Cloud personale
  • Server multimediale (per la condivisione in locale)
  • Server iTunes (per condividere la propria libreria musicale)
  • Server Web (locale e remoto)
  • Server di backup

e tantissime altre cose… In più, un altro punto a suo favore è il basso costo di realizzazione: basta un vecchio computer per mettere in piedi un discreto e funzionante server domestico! L’hardware non dev’essere necessariamente “potente”, ma il tutto dipende dalle proprie esigenze e dal tipo di uso cui volete destinarlo. Tuttavia, migliori sono i componenti che possedete, più performante sarà il vostro server casalingo.

Per un semplice utilizzo da server cloud non sono necessari un processore di ultima generazione ed una gran quantità di memoria RAM. Per mettere in piedi, invece, un server web su cui ospitare un proprio sito web è obbligatorio “pompare” l’hardware, per evitare rallentamenti e blocchi durante la navigazione (discorso differente se il sito viene visitato da una sola persona). Maggiore sarà il carico di lavoro a cui è sottoposto il server, maggiori saranno le prestazioni hardware da possedere.

Con un server cloud personale, non dovrete più preoccuparvi che lo spazio a vostra disposizione termini perché sarete voi a decidere quanto spazio possedere! Potrete dire addio a Dropbox, OneDrive o altri servizi simili. Inoltre, avrete la certezza che i vostri file non finiscano in “mani sbagliate” in quanto saranno sempre e solo sul vostro computer.

Oltre alla fruizione di contenuti condivisi in locale ed in remoto, con un server possiamo impostare e configurare un firewall hardware molto potente, ed un sistema di backup automatico su disco interno dei computer collegati in rete locale. Un ottimo sistema per avere i propri dati sempre al sicuro! Ovviamente anche la scelta del sistema operativo da utilizzare è puramente soggettiva, sarete voi a scegliere se utilizzare Linux oppure Windows Server. Da un lato un sistema operativo gratuito e leggero, dall’altro uno a pagamento ed esoso di risorse. Sebbene la scelta di Linux possa far paura ai meno esperti, è l’opzione migliore per i computer datati o con hardware non al top.

Se, invece, non disponete di un vecchio computer e non avete voglia di spendere molto per assemblarne uno, ci sono sempre i server NAS: dei “mini-server” che consentono di avere tutte le funzionalità di rete (condivisione file, area privata, server ftp, server http, server itunes, dlna, backup, etc…) in un unico e piccolo case. Grande poco più di un hard disk esterno (dipende dalla configurazione), consente l’installazione di uno o più dischi rigidi per sopperire a tutte le vostre esigenze. Inoltre, sono affidabili ed aggiornabili in pochi click. Io, tempo fa, ho acquistato un Synology DS212J e sono molto soddisfatto del mio acquisto. Adesso posso, tranquillamente, avere svariati servizi attivi e funzionanti su cui svolgere le mie attività quotidiane, ovvero:

  • Server Web locale (per testare i siti e le applicazioni web che sviluppo)
  • Servizio cloud personale (per i dati sensibili che non voglio trasferire su OneDrive)
  • Servizio di streaming iTunes (per condividere la mia libreria musicale con tutti i dispositivi compatibili)
  • Server multimediale (per visualizzare dal mio WDTV i miei contenuti multimediali in streaming locale)
  • Server di Backup (per avere sempre una copia aggiornata dei miei files).

Il dispositivo offre tantissimi servizi ma io utilizzo solo questi di cui ho bisogno. Tutti gli altri non li ho proprio attivati.

Se questo mio articolo non vi ha convinto e/o volete affidarvi ad un server cloud gratuito, ma sul web, registratevi a Dropbox o OneDrive mediante i pulsanti sottostanti:

Registrati gratuitamente a Dropbox

Registrati gratuitamente a OneDrive

 

Valuta anche...

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post

Creative Commons: licenza di copyright gratuita

Next Post

Come abilitare Aero Lite, il tema nascosto di Windows 8

Related Posts