Risoluzione errore “Esecuzione codice utente .NET Framework disabilitata” in SQL Server

Oggi vi parlo di SQL Server, l’ambiente SQL di Microsoft. Chi lo utilizza tutti i giorni, conosce bene le configurazioni e le potenzialità di questo ottimo applicativo. Quelli che, come me, lo utilizzano saltuariamente o si trovano a doverlo utilizzare per la prima volta possono incombere in alcune problematiche dovute alla configurazione del servizio SQL.

Una di queste riguarda l’esecuzione di query “pesanti”: quando importiamo un database SQL già esistente e vogliamo effettuare una semplice query di selezione su una delle tabelle della base dati possiamo ricevere il seguente errore:

L’esecuzione del codice utente in .NET Framework è disabilitata. Abilitare l’opzione di configurazione “clr enabled”.

Ma… che cos’è quest’errore? Perchè si presenta?

Bene, iniziamo col dire che di default il SQL Management non ha abilitato l’esecuzione di codice utente in .NET Framework. Per questo motivo alcune query più “complesse” non vengono eseguite. Il problema, però, è facilmente raggirabile in quanto basta modificare la configurazione di SQL Server ed abilitare quest’opzione. Per vostra fortuna, la modifica è semplice e puo’ essere effettuata direttamente dall’editor delle query.

Scrivete questo nell’editor:

sp_configure N'clr enabled', 1
go
reconfigure
go

Bene, adesso eseguitelo come fareste con una qualsiasi query. L’elaborazione impiegherà pochissimi secondi e subito dopo potrete vedere dal registro eventi (il log in basso) l’esito dell’operazione. Se non avete commesso errori, la configurazione sarà stata eseguita correttamente e potrete ri-eseguire la vostra query “complessa” che prima andava in errore.

Non mi sono dilungato molto su quest’argomento in quanto la parte tecnica è poco utile alla maggior parte degli utenti che incontrano quest’ostacolo.

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post

Windows XP è davvero al fine della corsa?

Next Post

Come scaricare Windows 10 ed avere una licenza gratuita