Internet LINUX Sicurezza TIPS

Come navigare in completo anonimato con Linux

linux_tails
Scritto da Renato Brunetti
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

In quest’articolo vi parlerò di come poter navigare in internet in completo anonimato, ottenendo un indirizzo IP diverso da quello che  ci viene assegnato dall’ISP. Sono vari i motivi per cui un utente voglia diventare anonimo nella rete: alcuni per scopi non molto “nobili”, altri per la semplice volontà di voler nascondere le proprie abitudini di navigazione ed i siti visitati al proprio provider telefonico e/o raggirare i limiti e i blocchi imposti nel territorio nazionale.

Non esiste un unico software per diventare anonimi ma un insieme di applicazioni, metodi e comportamenti. Grazie ad una distribuzione Linux, possiamo ottenere un sistema operativo completo ed avviabile anche senza installazione (da disco o pendrive) che ci semplifica la vita…

Vediamo, quindi, quali operazioni svolgere per poter dare inizio alla nostra navigazione anonima.

Download Linux Tails

Per prima cosa, è necessario scaricare la nostra distribuzione Linux Tails per poter creare la nostra suite portatile.  Per scaricare l’immagine del disco, da masterizzare su DVD o da installare su pendrive, cliccate sul tasto sottostante:

Contenuto bloccato!
Per visualizzare tutto, clicca sul tasto sottostante o attendi 60 secondi.
Facebook Like
Facebook Share
Google plus
G+ Share
Tweet
Follow@twitter
Attendere...
120
sec.

Scarica Linux Tails


Avviare la navigazione anonima

Per iniziare la navigazione anonima è sufficiente eseguire la distribuzione Linux ed avviare il browser web incorporato da:

Applications/Internet/Iceweasel Web Browser

Avviato il browser, avrete davanti agli occhi qualcosa di familiare, al punto di farvi dire: “Ah… ma questo è Firefox!”. Ebbene si! Quello che utilizeremo non è altro che una verisone modificata di Firefox per l’accesso alla rete Tor.

Connessione sicura

Utile ma non obbligatorio è l’utilizzo delle connessioni cifrate mediante il protocollo https. Se attivate il plugin HTTP Everywhere, aumenterete la vostra sicurezza e proteggerete il vostro anonimato ma potrebbe non funzionare sempre in quanto alcuni siti non supportano le connessioni sicure in https.

Motore di ricerca? Abbandoniamo Google…

Se stiamo utilizzando questa distribuzione per la navigazione anonima, il minimo che possiamo fare è quello di mantenere l’anonimato. Utilizzare Google come motore di ricerca non è l’ideale in quanto memorizza informazioni dell’utente e filtra alcuni risultati. Il motore di ricerca predefinito di Ice Weasel, invece, è completamente anonimo e non applica alcun filtro ai risultati di ricerca.

Se, invece, vogliamo qualcosa di più “performante” possiamo ricercare nel deep web mediante il sito Tor Search. Per chi non lo sapesse, il deep web è l’insieme di tutti i contenuti web non indicizzati dai motori di ricerca come Google, Bing ed altri che basano le proprie ricerche sulla scansione completa delle pagine web dei siti, estrapolando le informazioni da esse. Questo, però, può essere fatto solo sulle pagine statiche, ovvero quelle pagine i cui contenuti stanno sempre lì. Tutte le altre pagine, quelle dinamiche, che ottengono risultati solo a seguito di un interrogazione ad una base dati fanno parte di un web invisibile. In questo web fanno parte anche le reti private e le pagine web indipendenti.

Pochi e semplici passaggi per poter navigare anonimamente nel web, tuttavia, è importante stabilire anche una linea di comportamento da seguire per poter mantenere il proprio anonimato. Di seguito, vi darò alcuni consigli utili:

Siamo davvero anonimi?

La prima cosa da fare è verificare che stiamo navigando davvero in modalità anonima. Per farlo vi basterà visitare questo sito web: clicca qui e verificare le informazioni di geolocalizzazione del vostro indirizzo IP. Se corrispondono, approssimativamente, alle vostre informazioni… non state navigando anonimamente…

Controllate bene queste informazioni in quanto sono molto importanti!

HTTPS, se c’è… utilizziamolo!

Come vi avevo accennato poco sopra, l’utilizzo del protocollo https protegge ulteriormente il nostro anonimato. Quindi, se è presente, utilizziamolo! Tenete presente che anche i social network supportano questo procollo e sempre più siti web lo stanno adottando.

Evitate gli acquisti online…

Evitate di effettuare acquisti online e di immettere i dati della vostra carta di credito… Abbiamo fatto tanto per essere anonimi e poi trasmettiamo liberamente i nostri dati più sensibili?

Evitate i siti web personali

Evitate di visitare i siti web personali o siti web che possano, in qualche modo, ricondurre a voi…

 

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Informazioni sull'autore

Renato Brunetti

Sono un programmatore software con la passione per l'informatica, i videogames, i fumetti, la musica, la fotografia e le auto. Mi piace dedicare un po' del mio tempo libero alla gestione dei miei siti web personali ed i miei blog.

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi